Divorzio e separazione: 5 errori da evitare per i genitori

Divorzio e separazione sono eventi che mettono a dura prova le capacità di ciascuno di affrontare la quotidianità.

Mantenere il polso della situazione diventa complesso, soprattutto se alle problematiche della coppia si aggiungono le difficoltà dell’essere genitori.

La genitorialità, sempre ardua da esercitare, richiede nei casi di divorzio e separazione, la capacità di sviluppare competenze ulteriori.

Il rischio infatti è quello di farsi prendere dalla rabbia e dalla frustrazione e far prevalere questi sentimenti, facendosi sfuggire la possibilità di continuare ad essere buoni genitori.

È importante ricordare, infatti, che se divorzio e separazione sanciscono la fine della coppia, non è  lo stesso per la responsabilità genitoriale. I partner rimangono, infatti, reciprocamente legati grazie alla relazione con i figli.

Nonostante le difficoltà e il desiderio di allontanarsi, la coppia deve sempre ricordare che il legame genitoriale permarrà in eterno.

Conviene allora evitare di commettere errori che possano causare sofferenze o danni ai figli.

Come comportarsi dunque con i figli nei casi di divorzio e separazione?

Ecco cinque errori da evitare; conoscerli può aiutare ad affrontare meglio la situazione
  1. Essere poco chiari:

raccontare ai figli esattamente ciò che accadrà in seguito al divorzio o alla separazione è molto importante per tranquillizzarli e garantire loro di superare questo difficile momento con la maggior serenità possibile.

  1. Considerare i figli come amici o confidenti:

raccontare loro tutto ciò che concerne la situazione di divorzio e separazione li pone in una situazione pericolosa e difficile da gestire. Bisogna ricordare sempre che i figli non sono confidenti e che hanno il diritto di provare affetto per entrambi i genitori, senza assumersi la responsabilità di dover supportare l’uno a scapito dell’altro.

  1. Usare i figli come strumento di vendetta:

la tentazione nella quale si cade più spesso è quella di utilizzare il figlio per far soffrire l’ex partner o per metterlo in difficoltà. Per quanto risulti complesso, però, è fondamentale che i bambini non vengano coinvolti in alcun modo nella gestione della relazione tra mamma e papà. Solo in questo modo potranno affrontare la situazione con tranquillità.

  1. Perseverare nel conflitto:

la conflittualità legata alle situazioni di divorzio e separazione genera spesso sofferenza nei figli, aumentandone anche i sentimenti di colpa e responsabilità. Nonostante le difficoltà, appare quindi importante riuscire a mantenere un dialogo civile tra i due ex coniugi, che permetta di risolvere le questioni emerse senza generare ulteriori e dannosi conflitti.

  1. chiedere al bambino di scegliere:

Troppo spesso, anche implicitamente, i genitori chiedono ai figli di operare una scelta. Il doversi schierare genera sempre sofferenze e causa danni che si prolungano nel tempo. Garantire ai bambini la possibilità di restare fedeli sia a mamma che a papà è fondamentale per la loro serenità, per quanto possa essere complesso.

Al di là di questi errori da evitare, comunque, è fondamentale agire sempre avendo in mente il benessere dei bambini, evitando che la rabbia, la delusione e il senso di fallimento prendano il sopravvento sulle responsabilità genitoriali.

Non è semplice riuscire sempre a garantire ai propri figli tutto questo. Quando la situazione diventa difficile da gestire e ci si sente ed impotenti, può essere utile rivolgersi ad un professionista.

Affrontare queste difficoltà con un esperto può aiutare i genitori a gestirle e dunque favorisce la costruzione di un clima disteso, ideale per garantire il benessere dei figli.

 

Dott.ssa Alessia Cuccurullo

Psicologa e Psicoterapeuta

APS NEWID

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: