Gli effetti dell’utilizzo della tecnologia ai tempi del Covid

Nel precedente articolo abbiamo descritto in che modo sono cambiate le giornate delle famiglie ai tempi del Covid, occupate nello smartworking e nella didattica a distanza.

In questo articolo proveremo ad affrontare il tema delle conseguenze fisiche e psicologiche che l’utilizzo della tecnologia in questo periodo, può provocare.

Partiamo dalle conseguenze fisiche.

Innanzitutto è aumentata la sedentarietà.

Che conseguenze può avere questo stile di vita?

La sedentarietà può causare:

  • Iperfagia e cambiamenti di peso: la noia può portare a mangiare senza rispettare gli orari dei pasti;
  • Dolori muscolari, soprattutto nei bambini e nei ragazzi che svolgendo un’attività sportiva sono passati dall’allenamento costante allo stare seduti quasi tutta la giornata davanti ad un computer;
  • Problemi di postura: una scorretta posizione prolungata nell’arco della giornata può cronicizzare atteggiamenti posturali dannosi.

Trascorrere molto tempo davanti allo schermo può causare:

  • Emicranie
  • Fastidio agli occhi
  • Difficoltà ad addormentarsi
  • Disturbi del sonno

Vediamo adesso le conseguenze psicologiche più comuni:

  • Certe emozioni sono più presenti di altre: tristezza, rabbia
  • Si è più irritabili
  • Ci si sente più soli dovendo accontentarsi di vedere e/o sentire familiari e amici attraverso uno schermo

Quando alcune emozioni diventano molto presenti si possono manifestare sintomi:

  • Ansiosi: l’ansia può essere generale di tutto o specifica di qualcosa in particolare;
  • Depressivi: non si ha voglia di far nulla, più passa il tempo più non si vedono obiettivi realizzabili nella propria vita;
  • Ossessivo-compulsivi: questo aspetto è molto particolare se si pensa, ad esempio, ad alcune pratiche di igienizzazione che sono fondamentali nella trasmissione del virus.

Una cosa importante è dire però che la maggior parte di questi sintomi possono essere molto comuni in questo periodo! Il cambiamento di vita che stiamo attraversando è molto importante e non per questo bisogna spaventarsi e non cercare soluzioni!

Dott.ssa Imma Fummo

Psicologa-Psicoterapeuta

APS Newid

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: