Ascoltare la musica piace a tutti; ciascuno ha il suo genere preferito. La musica ci rilassa, ci fa compagnia nei momenti di solitudine e ci aiuta a superare le difficoltà, portandoci allegria. Per questo, fin da bambini, è importantissimo ascoltarla.

I benefici della musica sui bambini sono tantissimi e in questo articolo scopriremo perché creare un ambiente musicale fin dalle primissime settimane di vita, o ancora prima nell’utero materno, può essere così utile allo sviluppo.

Ci sono molti studi sul ruolo della musica nella crescita dei più piccoli. Alcuni di questi sostengono che la musica possa avere innanzi tutto un ruolo importante nello sviluppo delle capacità intellettive.

L’ascolto di melodie aiuterebbe la crescita cerebrale, potenziando quindi competenze artistiche e creative e talvolta favorendo anche l’apprendimento della matematica.

Gli effetti qui descritti si amplificano nei casi in cui i bambini sono coinvolti nella creazione artistica e musicale, attraverso l’apprendimento di uno strumento musicale.

Tra bambini e musica esiste un legame particolare, correlato al fatto che i più piccoli posseggono innate capacità di percepire la musica; queste precedono addirittura la comprensione del linguaggio, poiché attivano la dimensione emotiva. Già i neonati sono in grado di cogliere gli stati d’animo della mamma, attraverso l’ascolto della sua voce e del ritmo e della cadenza delle sue parole. Il bambino è quindi in grado di cogliere l’emotività delle parole di sua madre prima ancora di capirne il significato, attraverso la musicalità della sua voce.

Con la crescita del bambino e lo sviluppo delle sue competenze, anche musicali, l’utilizzo di canzoni favorisce l’ampliamento della base emotiva del piccolo, costituendo un importante punto di partenza per le relazioni che questi instaurerà in futuro. Cantare canzoni con ritmi differenti aiuterà il bimbo ad ampliare i suoi orizzonti e ad avere maggiore fiducia in se stesso.

L’alternanza di stili musicali proposti garantisce un maggiore sviluppo dell’immaginazione, contribuendo alla vena creativa dei piccoli.

Inoltre, la musica ha sui bambini lo stesso effetto che può avere su noi adulti: li aiuta a rilassarsi, garantendo loro un senso di sicurezza e di protezione, soprattutto quando la musica viene cantata loro da un adulto che se ne cura.

Come possiamo quindi proporre ai nostri piccoli l’ascolto della musica?

Ogni occasione può essere quella giusta:

  • Nei momenti di relax e di intimità è piacevole per i neonati sentire canzoni direttamente dalla voce delle persone che si stanno prendendo cura di lui. Cantare ai bambini è molto importante!
  • Durante il gioco o anche mentre si fa merenda, spegnere la tv ed accendere lo stereo può aiutare. Un sottofondo musicale aiuta le attività!
  • Prima di andare a letto, l’ascolto della musica favorisce il rilassamento dei piccoli e concilia loro il sonno.
  • Con la musica ci si può anche divertire, inventando giochi che abbiano come protagoniste le note musicali.

Infine, avvicinare i bambini alla musica attraverso uno strumento musicale è un modo alternativo di aiutarli ad apprendere cose nuove, senza presentare necessariamente questo come un compito o un dovere: lasciamo che i piccoli si divertano per cogliere davvero tutti i benefici che la musica ha su di loro!

 

Alessia Cuccurullo

Psicologa e psicoterapeuta

APS Newid

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: