Ossessione d’amore: amare “troppo”

In un rapporto di coppia, il termine “ossessione” indica quelle forme di controllo messe in atto da un partner nei confronti dell’altro, che minano non solo il legame ma anche il benessere psicologico.

Il controllo, di solito, viene esercitato attraverso varie forme:

  • Dare giudizi denigranti;
  • Controllare gli accessi ai social, gli sms, l’email;
  • Spiare i luoghi che frequenta;
  • Volere che l’altro faccia tutto alla perfezione;

Le manie di controllo, ossessione e/o di possesso possono nascondere spesso un problema di dipendenza. Anche se può capitare a chiunque, vivendo periodi di stress e insoddisfazione, di cadere nella trappola del controllo sul partner, spesso tali manie di controllo hanno una storia molto più profonda, radicata nel passato.

Vari studi hanno dimostrato come il controllo ossessivo nasce in quei contesti familiari dove si è costretti a comportarsi sempre in maniera perfetta. Si arriva a credere così di avere poco valore.

L’ossessione e la dipendenza spesso sono presenti anche in personalità narcisistiche che mancano di empatia.

Nei rapporti possessivi, la relazione è vissuta come una droga. Il bisogno d’amore è così forte da trasformare la storia d’amore in una rincorsa disperata del partner, che non è più oggetto del desiderio, è come una “droga”.

Si diventa talmente dipendenti che non si riesce più a farne a meno. In casi estremi, si può addirittura arrivare a mettere in atto comportamenti di Stalking.

In queste relazioni, non è concepibile la separazione e si diventa talmente sordi e ciechi che l’altro, diventato parte inscindibile, non ha più diritto ad allontanarsi né a comportarsi diversamente.

Questo tipo di atteggiamento provoca sofferenza e frustrazione soprattutto per chi subisce.

La dipendenza e il controllo fanno quasi sempre parte di una relazione, ma il confine tra sano e nocivo è molto sottile.

Chi soffre di manie di controllo è costantemente in ansia, non riesce a far fronte agli imprevisti, a ciò che sfugge dal proprio controllo. La continua approvazione da parte dell’altro è sintomo di fragilità e mancanza di autostima. A volte questo comportamento nasconde una mania, un’ossessione, di dominare l’altro.

Dott.ssa Sabina Colomba Liguori

Psicologa e Psicoterapeuta

APS Newid.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: