Nell’ immaginario comune la partenza per le vacanze è sinonimo di libertà e spensieratezza.

Le vacanze estive tanto attese, rappresentano una pausa per rigenerarsi, ritrovare se stessi e il proprio equilibrio, messo alla prova da un anno lungo e faticoso.

Capita spesso, però, che non tutto vada secondo i piani e che la tanto agognata vacanza si trasformi in qualcosa di molto diverso dall’oasi di distensione e divertimento che ci eravamo immaginati.

Questo è ancor più vero per i genitori, che sono chiamati a dover rispondere alle esigenze non solo proprie, ma del partner e dei figli. Ecco 5 utili consigli per gestire al meglio la situazione:

  1. ABBASSARE LE ASPETTATIVE: Spesso si arriva alla partenza con delle aspettative così alte che il rischio di restare delusi è davvero dietro l’angolo. Siamo tanto concentrati su quello che vorremmo che ci perdiamo le cose che invece accadono e da cui potremmo trarre attimi di gioia. Una passeggiata, un momento divertente, un incontro inaspettato. Spesso sono proprio gli imprevisti a rendere un’esperienza unica. Per trasformare ogni evento inatteso in un’opportunità, però, è necessario mollare la presa e prendere le cose come vengono, consapevoli del fatto che nulla potrà mai essere perfetto.
  2. APPREZZARE LA CONVIVENZA: sembra strano a dirsi, ma spesso pur vivendo insieme, le persone non sono abituate a condividere con gli altri i propri spazi per un periodo prolungato. Durante l’anno il lavoro, la scuola, gli impegni di ciascun membro della famiglia consentono a tutti di avere uno spazio per sé, in cui gestire le cose completamente a modo proprio. Durante le vacanze dobbiamo gestire una convivenza h24 a cui non siamo abituati. Continuare, per quanto possibile, a garantire al partner un momento solo per sé occupandosia turno, ad esempio, della gestione dei figli e delle altre cose necessarie, ridurrà sicuramente la tensione.
  3. CAMBIARE LE ABITUDINI: la vacanza non sarebbe tale se non includesse un pizzico di avventura. Tentare di ricreare la routine domestica potrebbe, dunque, rivelarsi un grande errore. Senza tutti i comfort a cui siamo abituati non moriremo certamente. Anche i bambini vanno abituati alla flessibilità e noi adulti dobbiamo esercitare la nostra attitudine al cambiamento. Se riusciremo ad entrare in quest’ottica, anche lo stress della preparazione dei bagagli si ridurrà notevolmente.
  4. STOP AI CELLULARI: ok, la tecnologia ha fatto passi da gigante, ci connette in un secondo con paesi lontanissimi. È bello avere ricordi dei giorni trascorsi in un posto nuovo o dire a qualcuno quanto è bello essere lì, ma non dimentichiamoci che vivere un bel momento è senz’altro meglio che fotografarlo e che parlare senza fretta con il nostro partner o giocare con i nostri figli è molto meglio che scorrere l’home page di un social network. Quindi scegliamo bene come utilizzare il tempo per non sentire, poi, di averlo sprecato.
  5. RITROVARE LA COPPIA: non trascurate di vivere qualche momento di intimità con il vostro partner. Uno sguardo d’intesa, un abbraccio al momento giusto, un complimento ben fatto…piccole cose utili a ricordarci che siamo in due e che non siamo soli, qualsiasi cosa accada. Le vacanze sono un’ottima occasione per vivere attimi di vicinanza emotiva che, presi dalla quotidianità, spesso ci dimentichiamo di coltivare.

Se, nonostante queste dritte, i contro continuassero a superare i pro, avremo sicuramente tempo per rifarci il prossimo anno!

 

Valeria Fiorenza Perris

Psicologa e Psicoterapeuta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: