I propositi per il nuovo anno. Sapete di cosa stiamo parlando: arrivato Gennaio, ci promettiamo di cambiare abitudini o di voltare pagina su vecchi comportamenti, ed effettivamente lo facciamo… ma solo per un po’, o a volte non riusciamo per niente. Si tratta di uno spreco di energia inutile? 

In realtà no: anche solo cercare di fare qualcosa che reputiamo difficile può avere conseguenze positive sul nostro umore! 

Questo è vero, ad esempio, per coloro che cercano di smettere di fumare, un processo che molti fumatori temono. Uno studio del 2010 ha infatti scoperto che i fumatori mostravano un aumento di umore mentre cercavano di liberarsi dal vizio della sigaretta, anche se poi non ci riuscivano. Coloro che invece non avevano mai provato a smettere di fumare, durante il periodo di studio, riportavano livelli più bassi in termini di umore. 

Infatti, fissarsi obiettivi ambiziosi (naturalmente che siano realistici e non impossibili) è spesso connesso con un miglioramento della felicità. 

Sempre più spesso però, nonostante le buone intenzioni, alcuni propositi finiscono nel dimenticatoio perché partiamo con il piede sbagliato. Così si finisce con il condurre lo stesso stile di vita. Per questo abbiamo pensato di suggerirvi alcune strategie per evitare che tutto vada in fumo. 

1) Scegliete propositi raggiungibili. Una delle cause principali del fallimento dei buoni propositi è maturare aspettative troppo lontane dalla realtà. Se immaginate di poter raggiungere obiettivi elevati avendo a disposizione pochi strumenti, è molto probabile che avrete difficoltà a portare a termine quanto vi siete proposti. Scegliete piccole cose che alla lunga vi porteranno a progetti più grandi.  

2) Essere concreti e specifici. Un altro trucco per ottenere successo è avere ben chiaro quello che vorreste ottenere. Cambiare lavoro rischia di essere un’idea troppo vasta, ma sapere in anticipo il settore in cui vorreste buttarvi vi darà sicuramente una marcia in più per dirigervi verso l’obiettivo finale. 

3) I buoni propositi sono vostri o di qualcun altro? Se avete fatto un elenco di cose che in realtà sono frutto del desiderio di qualcun altro, come un partner o un genitore, è molto alta la probabilità che fallirete negli intenti. Scegliete qualcosa che gratifichi solo voi stessi. 

4) Non procrastinate. Ci sono i classici procrastinatori, abili nel rimandare impegni adducendo le scuse più varie. Prendersi una pausa mentale va bene, diverso è posticipare qualcosa credendo che domani si avrà più tempo o voglia. Così facendo si sta solo sabotando il proprio obiettivo.  

5) Pianificate. Una volta che avete stilato il vostro elenco, provate a darvi delle scadenze. Se volete tornare in forma prima dell’estate non ricordatevi a maggio che volete perdere quei chiletti di troppo sulla pancia. I successi si conquistano a tavolino: create un calendario con obiettivi intermedi e cercate di mantenere il passo

6) Premiatevi dopo ogni successo. È dura andare avanti con costanza, soprattutto quando si tratta di impegni che costano tempo e dedizione. Ma se imparate a ricompensarvi ogni volta che avrete raggiunto i vostri obiettivi, vedrete che la motivazione salirà alle stelle. Il trucco sta nello scegliere premi che davvero possano invogliarvi a proseguire.  

7) Rileggete sempre la vostra lista. Rileggendo la lista sarete invasi da tutte quelle emozioni piacevoli che vi hanno accompagnato in quei giorni di duro sacrificio. Per questo è importante riprendere sotto mano quel foglio e ritrovare dentro di sé la grinta che vi aveva portato a immaginare tutto questo. 

  

Le grandi anime hanno la volontà, le deboli non hanno che dei propositi.” 

Proverbio cinese

 

Dott.ssa Piera Boscaino

Psicologa e Psicoterapeuta

APS Newid

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: